Contro gli stereotipi per una cultura dell’eguaglianza sostanziale

Plurale femminile: il genere e il linguaggio della comunicazione: l'intervento di Alessandra Salimbene all'evento online promosso dal Comitato Unico di Garanzia dell'Università di Milano.
Plurale femminile: il genere e il linguaggio della comunicazione: l'intervento di Alessandra Salimbene all'evento online promosso dal Comitato Unico di Garanzia dell'Università di Milano.

Giovedì 4 marzo 2021, avrò il piacere di partecipare come relatrice  a “Contro gli stereotipi per una cultura dell’eguaglianza sostanziale” l’incontro online su piattaforma ZOOM, che si terrà il 4 marzo, alle ore 12, in vista della Giornata della donna 2021.

Promosso dal CUG dell’Università Statale di Milano e dal Centro di ricerca interuniversitario Culture di genere, l’incontro si inserisce l’ambito della Cattedra Jean Monnet European fundamental rights and women’s rights diretta da Marilisa D’Amico, prorettrice alla Legalità, trasparenza e parità di diritti dell’Università Statale e componente del Centro Culture di genere, alla quale è affidato l’intervento introduttivo dal titolo “Costituzione al femminile: un traguardo ancora da raggiungere”.

Piano nazionale di ripresa e resilienza, procedure selettive senza bias tra buone prassi ed esperienze straniere, linguaggio e comunicazione di genere, empowerment al femminile sono i temi degli interventi di un programma costruito con la volontà di raccontare lo stato dell’arte dell’eguaglianza sostanziale nel nostro paese con uno sguardo all’Europa.

Intervengono all’incontro Lorenza Violini, presidentessa del CUG e docente di Diritto costituzionale, e Sara Valaguzza, membro del CUG e docente di Diritto amministrativo dell’Università Statale, Alessandra Salimbene, retail & digital marketing specialist di Charismatica Srls, e Rossana Berardi, docente di Oncologia all’Università Politecnica delle Marche, direttrice della Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona e presidente di “Women for Oncology -Italy”.

Conclude Monica Barsi, membro del CUG e docente di Lingue, letteratura e cultura francese in Statale e vincitrice del Premio “Label europeo delle lingue 2020”.

Il mio intervento avrà come titolo:

Plurale femminile: il genere e il linguaggio della comunicazione
di Alessandra Salimbene
Le parole hanno il potere enorme di dar forma ai nostri pensieri, di modificare la nostra realtà e, proprio come in una sorta di “incantesimo” che si perpetua frase dopo frase, di costruire il nostro destino. In questo intervento, Alessandra Salimbene – esperta di marketing, comunicazione e nuovi media – ci accompagnerà in un breve viaggio sull’uso delle parole nella pubblicità e nella comunicazione digitale, soffermandosi sull’evoluzione e sul dibattito del linguaggio di genere, per comprendere come tutti noi possiamo e dobbiamo lavorare, parola dopo parola, a costruire un incantesimo che realizzi la magia di rendere più equa la società in cui lavoriamo e viviamo ogni giorno.

Per partecipare, basta essere in possesso del link al meeting su ZOOM.

Alessandra Salimbene
Classe 1975, imprenditrice a 20 anni, mamma a 34, ho sviluppato il primo sito web da sola con BloccoNote nel 1997 e da allora ho sempre vissuto on line. SI occupa di marketing (soprattutto digitale) e di comunicazione (soprattutto aziendale). Umanista digitale, esperta di marketing strategico e operativo è considerata la "regina dell'ottica" il mercato in cui ha la maggior specializzazione verticale. Crede nel Carisma più che nel personal branding e opera ogni giorno per aiutare le persone e le aziende a comunicare meglio online e offline e lavorare meglio, guadagnare di più ed essere un più felici attraverso la sua Multipotential Agency CHARISMATICA.